q7

la Food and Agriculture Organization l’ha eletto “Cibo internazionale dell’anno” 2013.  Come cibo della salute è seconda soltanto al cavolo. Stiamo parlando della quinoa,.

E si può scommettere che più di qualcuno, tra voi, abbia assaggiato questo cibo che ricorda il grano e che si accompagna perfettamente a insalate, omelette e perfino dolci. Ma sapete davvero che cos’è? Ora finalmente lo scoprirete.

Ecco 8 cose importanti che dovete sapere della quinoa:

A quinoa plantation in Llica, in the vicinity of the Uyuni salt flat, southern Bolivia on March 10, 2013. The Bolivian government promotes the "quinoa road", a 1500 km (940 miles) network of roads linking the departments of La Paz, Oruro and Potosi, where 48,500 tons of the cereal are planted each year. The goal is to reach one million tons of quinoa, worth one billion dollars, per year in the next ten years, officials said. Bolivia produces 70% of the world's quinoa. FAO recognizes the crop is an strategic food to erradicate hunger iand declared 2013 as "International Year of the Quinoa".   AFP PHOTO/Aizar Raldes        (Photo credit should read AIZAR RALDES/AFP/Getty Images)

1. Innanzitutto la pronuncia: si dice keen-wah, vediamo di dirlo bene.

A quinoa field in Cotimbora, Oruro, Bolivia, some 440 km from La Paz, on February 15, 2011. According to Epifanio Murana, director of the Quinoa Producers Association (ANAPQUI), the crop will become, due to its high nutritious value, an important food source in the future and NASA researchers consider it to be an exceptionally complete and balanced food quite adequate for astronauts. AFP PHOTO/Aizar Raldes (Photo credit should read AIZAR RALDES/AFP/Getty Images)

2. Ciò che noi mangiamo è il seme. No, non si tratta di grano, benché tutti la pensino così. La quinoa cresce da una pianta erbacea della famiglia delle Chenopodiaceae. È parente, quindi, di spinaci e barbabietola.

A combine harverster at work in a quinoa field in Pukara, southern Bolivia on March 10, 2013. The Bolivian government promotes the "quinoa road", a 1500 km (940 miles) network of roads linking the departments of La Paz, Oruro and Potosi, where 48,500 tons of the cereal are planted each year. The goal is to reach one million tons of quinoa, worth one billion dollars, per year in the next ten years, officials said. Bolivia produces 70% of the world's quinoa. FAO recognizes the crop is an strategic food to erradicate hunger iand declared 2013 as "International Year of the Quinoa".   AFP PHOTO/Aizar Raldes        (Photo credit should read AIZAR RALDES/AFP/Getty Images)

3. La quinoa è una proteina completa. Contiene, cioè, tutti i 9 aminoacidi essenziali che il corpo non è in grado di produrre e deve regolarmente assumere. Ottima scelta per i tanti vegetariani presenti. Inoltre, non ha glutine al suo interno: è perfetta, quindi, per chi deve evitare la sostanza.

A combine harverster discharges the quinoa crop in Pukara, southern Bolivia on March 10, 2013. The Bolivian government promotes the "quinoa road", a 1500 km (940 miles) network of roads linking the departments of La Paz, Oruro and Potosi, where 48,500 tons of the cereal are planted each year. The goal is to reach one million tons of quinoa, worth one billion dollars, per year in the next ten years, officials said. Bolivia produces 70% of the world's quinoa. FAO recognizes the crop is an strategic food to erradicate hunger iand declared 2013 as "International Year of the Quinoa".   AFP PHOTO/Aizar Raldes        (Photo credit should read AIZAR RALDES/AFP/Getty Images)

4. Quando viene cucinata, la quinoa lascia fuoriuscire una piccola stringa. Nulla che deve sconvolgervi: è soltanto il germe del seme.

q8

5. Ci sono centinaia di varietà di quinoa. La bianca, la rossa e la nera sono le più coltivate.

quinoa

6. Anche se la scoprite soltanto ora o l’avete conosciuta di recente, la quinoa è da lungo tempo un ingrediente base. Risale alle civiltà precolombiane e arriva dalle Ande del Perù e dalla Bolivia.

A woman shows her quinoa grain for sale at a market in La Paz, Bolivia, Friday March 2, 2012.  Bolivian authorities say at least 30 people have been injured in a fight between two communities over land for growing quinoa, the Andean "super-grain" whose popularity with worldwide foodies has caused its price to soar. Bolivia produces 46 percent of the world's quinoa, which has nearly tripled in price in the past five years. (AP Photo/Juan Karita)

7. Il raccolto della quinoa è uno dei pochi che non soltanto sopravvive ma prospera in un clima rigido e imprevedibile. Del resto, la pianta da cui il seme viene ricavato è originaria dell’altopiano boliviano, famoso per i suoi 200 giorni di ghiaccio l’anno. Molti Paesi stanno ora scoprendo la coltivazione della quinoa, ma certo nessuno ha raggiunto i risultati eccellenti di Bolivia e Perù.

 q6

8. A proposito dei due maggiori produttori di quinoa, Bolivia e Perù, dovete sapere che impiegano metodi opposti. E se un tempo era la Bolivia a dominare il mercato dell’export, recentemente il Perù le si è avvicinato, fin quasi a raggiungerla. Un fatto, questo, che irrita gli agricoltori boliviani, anche perché i colleghi peruviani prediligono uno stile “aziendale” e impiegano grandi quantitativi di pesticidi. Non solo, ma le elevate quantità di quinoa prodotte in Perù in questo modo stanno aprendo lo scenario per una concorrenza al ribasso.

Ora che sapete tutto o quasi, potete correre a preparare un po’ di quinoa e a scoprire nuove ricette.

Questo articolo è stato pubblicato originariamente su Huffington Post U.S. e tradotto dall’inglese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *